CNA Latina contro l'abusivismo!

L'area dedicata all' Unione nazionale CNA Benessere e Sanità nella quale il presidente Savino Moscia risponde. Trovi tutte le iniziative che si svolgono sul territorio e dove puoi porre tutte le domande sulle problematiche che incontri nell'attività del Tuo Salone! Cliccaci su!

Moderatore: opux

Avatar utente
opux
Messaggi: 1730
Iscritto il: 24/11/2009, 10:50

CNA Latina contro l'abusivismo!

Messaggioda opux » 29/02/2016, 23:02

campagna_operatori_benessere_antiabusivismo.jpg
La CNA di Latina ha aderito alla campagna della CNA nazionale per contrastare l’abusivismo nel settore benessere. Negli ultimi anni sono aumentate le persone che esercitano attività legate al benessere della persona senza averne titolo e qualifiche, parrucchieri ed estetisti che lavorano danneggiando chi invece opera a norma. La CNA nazionale ha proposto una petizione rivolta alle istituzioni per avere maggiore attenzione a questo fenomeno. L’associazione sta anche valutando proposte da presentare in Parlamento.

“La CNA di Latina ha deciso di appoggiare in maniera forte la campagna lanciata dalla CNA Nazionale per combattere il forte abusivismo presente nel settore benessere anche nella provincia di Latina – ha dichiarato Antonello Testa, Direttore della CNA di Latina – Proprio per questo vogliamo lanciare un messaggio in difesa delle attività regolarmente in esercizio sul territorio e per tutelare i clienti che, molte volte, vanno incontro a problematiche scaturite da una scarsa professionalità”.

“Sono troppi anni che il settore di parrucchieri ed estetista subisce danni e offese dall’abusivismo, ma anche dalle istituzioni – afferma Anna Maria De Renzi, responsabile provinciale del settore Benessere e Sanità della provincia di Latina -. Abbiamo chiesto da troppo tempo di arginare il danno che queste persone producono al settore”.

“Sono tanti i motivi di preoccupazione: dall’evasione fiscale totale alla mancanza di igiene fino ai mancati controlli per la qualità e alla concorrenza sleale sui prezzi per chi deve pagare tutto e non può lavorare sottocosto – affermano Antonello Testa e Anna Maria De Renzi -. L’abusivismo toglie rispetto e dignità e abbassa il valore del nostro lavoro”.
The Opux