Pagina 1 di 1

Razzia di furti dal parrucchiere

Inviato: 16/11/2012, 11:44
da fabio
attenzione a far entrare le clienti nel guardaroba!

BELLUNO. Nel marzo di due anni fa fu pizzicata dagli agenti della questura di Belluno (e successivamente denunciata) mentre faceva man bassa di soldi e altro in un negozio di parrucchiere del centro
Sono per la precisione quattro gli episodi di furto che la pubblica accusa contestava all’imputata. Tutti avvennero tra l’ottobre 2009 ed il marzo del 2010.

In quel periodo, infatti, in questura a Belluno, arrivarono diverse denunce da parte di alcuni clienti del negozio di parrucchiere Fabrizio di via Garibaldi, per la scomparsa di soldi o oggetti contenuti nelle tasche dei loro cappotti o nelle loro borse e anche da parte dello stesso gestore a cui mancavano dei soldi dalla cassa.

I furti però avvenivano solo in una determinata giornata, quando cioè tra le clienti c’era l’imputata. Questo fece pensare alla polizia che si potesse trattare appunto della cliente del salone di parrucchiere. E così, alcuni agenti decisero di appostarsi fuori dal negozio e attesero l’uscita della donna. E la ladra non mancò di entrare in azione, anche il giorno dell’appostamento, il 13 marzo 2010. Ma quella volta, però, alla ladra andò male: dalle sue tasche spuntò un lettore Mp3 che era stato appena sfilato dalla tasca di una giacca di un cliente del salone di parrucchiere.

A quel punto la donna fu denunciata per furto aggravato e continuato. In pochi mesi, secondo il capo d’imputazione, la donna effettuò furto di denaro e di oggetti elettronici di valore.

Ieri mattina, la vicenda giudiziaria si è chiusa con un patteggiamento a sei mesi di reclusione e 400 euro di multa. Un patteggiamento che il giudice ha ratificato, ritenendolo equo
fonte http://corrierealpi.gelocal.it/cronaca/ ... -1.6032623